Macchinari

Macchinari

LASER

Presso il nostro studio si effettuano sedute di laserterpia. Sedute che consistono nel trattare diversi tipi di patologie riducendo al minimo l’invasività e dunque anche il disagio dei pazienti.

  • Paradontologia: Il laser agisce attraverso una fibra molto sottile che riesce ad arrivare fin dentro le tasche gengivali eliminando i batteri e anche un sottile strato delle gengiva infiammata, rimuove il tessuto necrotico e stimola le nuove cellule. In pratica così la guarigione diventa anche più rapida.
  • Devitalizzazioni: Utilizzando il laser il canale viene pulito e i batteri vengono eliminati così da impedirne la proliferazione, migliorando la chiusura del canale e diminuendo i tempi del trattamento e della guarigione.
  • Implantologia: L’utilizzo del laser costituisce un valido aiuto nel caso di impianti osteointegrati a carico immediato.
    Questo strumento agisce decontaminando in profondità l’alveolo ed eliminando i batteri. La ferita guarisce quindi più velocemente e sono attenuati i fastidiosi interventi collaterali come il dolore, il gonfiore e il sanguinamento. 


OPT – RX Endorali

Presso il nostro studio si effettuano panoramiche dentali, dette anche OPT, un esame effettuato a scopi diagnostici che permette infatti di avere a disposizione una visione d’insieme della situazione anatomica dei denti e della situazione paradontale.

Rappresenta dunque uno strumento che va compreso all’interno di un check up periodico, effettuato allo scopo di prevenire le patologie dentali e parodontali. Anche se esso viene eseguito principalmente su suggerimento specialistico odontoiatrico, può essere indicato anche nel caso in cui si debbano effettuare valutazioni su patologie maxillo-facciali, chirurgiche, oncologiche e otorinolaringoiatriche.

Non sempre l’OPT è sufficiente per arrivare a una diagnosi definitiva. Per questo può essere utile una radiografia endorale, cioè una piccola radiografia che permette di visualizzare al massimo tre o quattro denti e rilevare piccoli dettagli.

Cerchiamo di coinvolgere il paziente anche con l’uso di telecamera endorale.

Facebook